Apollonia Il fiore all’occhiello dell’Albania

3803
views

Benvenuti nell’incantevole mondo di Apollonia, un gioiello storico situato in Albania, terra di tradizioni, paesaggi mozzafiato e una storia millenaria. In questo articolo, ti condurrò attraverso le magnifiche rovine di Apollonia, offrendoti uno sguardo affascinante su uno dei siti archeologici più importanti e affascinanti del paese. Preparati a immergerti in un’avventura straordinaria tra cultura, arte e bellezza senza tempo.

La parola “Apollonia” evoca immagini di antiche divinità, di imponenti rovine e di un’atmosfera intrisa di storia. Situata nella parte centrale dell’Albania, Apollonia è una delle destinazioni più popolari per gli amanti della storia e dell’archeologia. Fondata dai coloni greci nel VI secolo a.C., questa città antica prende il nome dal dio Apollo, a cui era dedicata.

Apollonia è molto più di un semplice sito archeologico. È un viaggio attraverso i secoli, un’esperienza che ti permette di immergerti nella magnificenza dell’antica Grecia e di apprezzare la maestosità dell’impero romano. Con le sue rovine spettacolari, la sua ricca storia e i paesaggi mozzafiato circostanti, Apollonia è un’attrazione imperdibile per gli appassionati di viaggi e amanti della cultura.

Preparati a essere conquistato dall’atmosfera unica di Apollonia, un vero tesoro albanese che ti lascerà senza fiato. Non perdere l’opportunità di esplorare questa gemma storica e immergerti nella sua bellezza senza tempo. Apollonia ti aspetta per un viaggio indimenticabile nel cuore dell’Albania.

Storia e cultura ad Apollonia

Apollonia, fondata nel VI secolo a.C., fu una delle più importanti città greche dell’epoca. Situata lungo la costa dell’Adriatico, la città prosperò grazie alla sua posizione strategica e al suo ruolo come centro di scambi commerciali.

Apollonia fu influenzata da diverse culture nel corso dei secoli. Inizialmente fondata dai coloni greci, la città divenne presto un crocevia di culture, con influenze romane, bizantine e ottomane che si fusero con la cultura greca originaria.

Grazie alla sua posizione sulla Via Egnatia, Apollonia divenne un centro di scambi commerciali e un punto di sosta essenziale per i viaggiatori, i mercanti e i viaggiatori provenienti da diverse regioni. La città si sviluppò come un vivace centro economico e commerciale, favorendo lo sviluppo della sua ricchezza e dell’attività economica.

La Via Egnatia era una delle principali vie di comunicazione dell’antica Roma e dell’impero romano. Era una strada romana che collegava la città di Dyrrachium (l’odierna Durazzo in Albania) sulla costa adriatica con Bizanzio (l’odierna Istanbul in Turchia), passando per la Macedonia. Apollonia si trovava lungo questa importante arteria stradale, rendendola un importante nodo di connessione tra l’Occidente e l’Oriente.

Via Egnatia - Foto da Wikipedia
Via Egnatia – Foto da Wikipedia

Uno dei momenti di maggior splendore di Apollonia fu durante l’epoca romana. La città divenne un importante centro culturale e politico, attraendo intellettuali e personalità di spicco dell’epoca. La sua scuola filosofica, fondata da Cratippo, ebbe un’influenza significativa sull’intera regione balcanica. Tra i suoi più celebri studenti vi fu il famoso oratore e politico romano Cicerone, che studiò ad Apollonia nel I secolo a.C.

Nonostante la sua importanza storica, Apollonia subì un declino nel corso dei secoli. L’arrivo delle invasioni barbariche e delle guerre portò alla diminuzione della popolazione e alla caduta della città. Verso la fine dell’antichità, Apollonia fu abbandonata e le sue rovine furono progressivamente coperte dalla vegetazione.

Il rinascimento di Apollonia

Le rovine di Apollonia vennero riscoperte nel corso del XIX secolo durante l’epoca dell’occupazione ottomana. I primi scavi archeologici iniziarono nel 1924 sotto la direzione di archeologi albanesi e stranieri. Questi scavi portarono alla luce una serie di monumenti e reperti, che testimoniano l’antica grandezza della città.

Negli ultimi decenni, sono stati compiuti sforzi significativi per preservare e restaurare le rovine di Apollonia. Gli scavi archeologici hanno continuato a rivelare nuovi tesori, consentendo agli studiosi di approfondire la comprensione della storia e della cultura di questa antica città.

Oggi, Apollonia è un importante sito archeologico visitato da turisti provenienti da tutto il mondo. Le sue rovine spettacolari offrono un affascinante sguardo sulla vita nell’antica Grecia e nell’Impero Romano. Camminando attraverso le antiche strade lastricate, è possibile ammirare i resti di templi, teatri, case e mosaici, che narrano la storia millenaria della città.

Cosa vedere ad Apollonia

Le rovine di Apollonia sono una testimonianza tangibile dell’antica grandezza di questa città. Mentre esplori il sito, ti imbatterai in una serie di monumenti e strutture che narrano la storia millenaria di Apollonia.

Tempio di Artemide

Il Tempio di Artemide, l’immagine che rappresenta l’Apollonia di oggi, costruito nel V secolo a.C., è uno dei siti più importanti di Apollonia. Questo tempio greco è dedicato ad Artemide, dea della caccia e della natura. Anche se oggi rimangono solo poche colonne in piedi, puoi ancora apprezzare l’architettura e l’importanza religiosa di questo luogo sacro.

Il Teatro Romano di Apollonia

Uno dei punti salienti di Apollonia è il Teatro Romano, che rappresenta una delle migliori testimonianze dell’architettura romana dell’epoca. Questo teatro, costruito nel II secolo a.C., poteva ospitare fino a 10.000 spettatori ed era utilizzato per spettacoli teatrali, concerti e eventi pubblici. Ammira la maestosità della sua struttura e immagina le performance che si svolgevano su quel palcoscenico secoli fa.

l Temenos

l Temenos di Apollonia era l’area sacra situata intorno al Tempio di Apollo nella città antica di Apollonia, in Albania. Il termine “Temenos” deriva dal greco antico e si riferisce a un recinto sacro o a uno spazio riservato agli dei.

Il Tempio di Apollo era il principale santuario di Apollonia e fu costruito intorno al 6 ° secolo a.C. Era un importante centro religioso e culturale, dedicato al dio greco Apollo. Il Tempio di Apollo era il punto focale del Temenos.

L’area del Temenos, oltre al tempio stesso, potrebbe aver incluso altri edifici o strutture associate al culto religioso. Ad esempio, potrebbero esserci stati altari, colonne, cortili o recinzioni all’interno dell’area sacra.

Obelisco di Apollo

Il simbolo di Apollonia, descritto come un obelisco cilindrico terminante a punta, è interessante perché sembra derivare da un antico culto solare, in cui il dio era rappresentato da un betilo, un tipo di pietra sacra o pilastro di culto. Questa rappresentazione potrebbe richiamare la forma degli obelischi egizi, che erano associati al culto del sole nell’antico Egitto.

L’Ekklesiasterion

Un altro luogo di grande interesse,  è l’Ekklesiasterion, l’antico consiglio cittadino. Questa struttura a forma di teatro, risalente al IV secolo a.C., era utilizzata per le assemblee pubbliche e le riunioni politiche. Con i suoi gradini in pietra perfettamente conservati, ti sentirai come se stessi facendo un viaggio nel tempo mentre ti immergi nell’atmosfera di antiche discussioni e decisioni.

Bouleuterion

Il Bouleuterion, o Consiglio dei Cinquecento, era un luogo di incontro per gli uomini che facevano parte del governo di Apollonia. Questa struttura rettangolare, risalente al V secolo a.C., è uno degli esempi meglio conservati di un bouleuterion nell’antica Grecia. Ammira i dettagli architettonici e immagina gli antichi leader che si riunivano per prendere decisioni cruciali per la città.

Il Monastero di Santa Maria

All’interno delle rovine di Apollonia si trova anche il Monastero di Santa Maria, un complesso monastico risalente al XIV secolo. Questo monastero ortodosso offre una prospettiva più recente sulla storia di Apollonia e rappresenta un punto di interesse per gli amanti dell’arte e dell’architettura religiosa.

Il Museo Archeologico di Apollonia

Il Museo Archeologico di Apollonia è una tappa fondamentale per chi visita il sito archeologico. Situato all’interno del complesso di Apollonia, il museo ospita una vasta collezione di reperti che offrono un’interessante panoramica sulla storia e la cultura dell’antica città.

Fondato nel 1958, il Museo Archeologico di Apollonia è stato oggetto di importanti lavori di ristrutturazione e ampliamento nel corso degli anni. Il suo obiettivo principale è quello di preservare, studiare e mettere in mostra i reperti archeologici provenienti dalle scavi condotti nel sito di Apollonia e nelle sue vicinanze.

La collezione del museo è suddivisa in diverse sezioni tematiche, ognuna delle quali presenta reperti di grande rilevanza storica e artistica.

  • Sculture: La sezione delle sculture ospita una varietà di opere d’arte, tra cui statue di divinità greche e romane, ritratti di personaggi illustri, e frammenti di rilievi decorativi. Questi reperti sono testimonianza dell’abilità degli antichi artigiani nel modellare la pietra e nel creare opere di grande bellezza e dettaglio.
  • Ceramiche: La sezione delle ceramiche espone una vasta gamma di vasi, anfore, piatti e altri oggetti in ceramica. Questi reperti sono importanti per comprendere gli aspetti della vita quotidiana ad Apollonia, come l’alimentazione, la religione e le pratiche funerarie.
  • Monete: La sezione delle monete presenta una collezione di monete antiche provenienti da diverse epoche e civiltà. Questi antichi tesori monetari forniscono preziose informazioni sul sistema economico, sul commercio e sulla storia politica di Apollonia.
  • Oggetti di vita quotidiana: Questa sezione mette in mostra una varietà di oggetti utilizzati dagli abitanti di Apollonia nella loro vita di tutti i giorni. Potrai ammirare utensili domestici, gioielli, strumenti musicali e altri manufatti che offrono uno sguardo affascinante sulla vita quotidiana dell’epoca.

Escursioni nei dintorni di Apollonia

Una volta visitata Apollonia, dedicatevi all’esplorazione dei dintorni: ci sono tante cose da vedere, ecco quali sono le principali.

Il monastero di Ardenica

Il Monastero di Ardenica è un luogo di grande significato storico e spirituale. Fondato nel XIV secolo, è considerato uno dei monasteri ortodossi più importanti dell’Albania. L’edificio principale, la Chiesa della Natività di Maria, è un esempio magnifico dell’architettura bizantina e rappresenta un importante centro di culto per i fedeli.

Oltre alla sua importanza religiosa, il Monastero di Ardenica è anche conosciuto per la sua connessione con la storia albanese. È qui che si svolse il matrimonio di Gjergj Kastrioti Skanderbeg, un eroe nazionale albanese che combatté per l’indipendenza del paese nel XV secolo. Oggi, il monastero conserva reperti storici e artistici, tra cui icone, manoscritti e oggetti liturgici.

Il Parco Nazionale Divjaka-Karavasta

Per gli amanti della natura, una visita al Parco Nazionale di Divjaka-Karavasta è un’opzione eccellente. Situato sulla costa adriatica, a circa 60 chilometri a nord di Apollonia, questo parco è famoso per la sua biodiversità e per la presenza della laguna di Karavasta, la più grande laguna dell’Albania. Qui avrai l’opportunità di osservare diverse specie di uccelli, tra cui i famosi pellicani dai dalmati.

Come raggiungere Apollonia

Apollonia è situata nella parte centrale dell’Albania, nella regione di Fier. E’ possibile raggiungerla in autobus o in auto. In alternativa, è possibile prenotare un tour organizzato con transfer incluso dalle principali città del paese.

Tour organizzato con transfer incluso da Tirana per Apollonia

In autobus

L’autobus è un modo conveniente per raggiungere Apollonia. Numerose compagnie di autobus offrono servizi da diverse città albanesi a Fier, che è la città più vicina ad Apollonia. Una volta arrivato a Fier, puoi prendere un taxi o un’autobus locale per raggiungere Apollonia. La durata del viaggio in autobus dipenderà dalla città di partenza, ma in genere varia da 2 a 4 ore.

In auto

Se preferisci l’indipendenza e la flessibilità, puoi noleggiare un’auto e guidare fino ad Apollonia. Le strade principali in Albania sono ben tenute, anche se alcune strade secondarie potrebbero essere più accidentate. Apollonia è situata lungo l’autostrada SH4, che collega diverse città dell’Albania.

È possibile utilizzare un navigatore GPS o seguire le indicazioni stradali per raggiungere Apollonia. Il tempo di percorrenza in auto dipenderà dalla città di partenza, ma in generale, Apollonia è raggiungibile in circa 2-4 ore dalle principali città albanesi.

Orari e prezzi

Il parco archeologico della città di Apollonia è aperto tutti i giorni dalle nove a mezzogiorno ed il biglietto di ingresso costa meno di 3 euro per gli adulti e quasi un euro per gli studenti. Un luogo assolutamente da vedere ed esplorare se vi trovate in zona.

Consigli pratici per la visita

  • Indossa calzature comode e portati dietro una bottiglia d’acqua durante la visita alle rovine.
  • Ricorda di portare con te una macchina fotografica per catturare la bellezza di Apollonia.
  • Informarti sugli orari di apertura del Museo Archeologico e pianifica la tua visita di conseguenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.